Omertà e dintorni

La vicenda di Montalto di Castro, comune vicino a Civitavecchia, dove tra il 31 marzo e il 1 aprile 2007, un branco di minorenni stuprò una coetanea, era finita sui media. I genitori di quei ragazzi, in diretta da Montalto hanno difeso i loro pargoli insultando la madre della vittima, alla trasmissione “Pomeriggio 5”. Oggi per quei ragazzi arriverà il processo. Le famiglie che non si sono rassegnate nel voler difendere a spada tratta i loro figli.  hanno deciso di vendere tutto pur di negare l’evidenza. Infatti, a difendere la loro scelta, ci si è messo in mezzo tutto il paese compreso il sindaco che attualmente è indagato. Spiace constatare che queste famiglie abbiano educato male i loro figli, in particolar modo il padre di uno di loro, che ha liquidato lo stupro come “una ragazzata”. è evidente come questo signore abbia il cervello fino, e  non sappia cosa sia uno stupro. Magari ignora che, qualora la cosa fosse stata più grave, la ragazzina ci avrebbe rimesso seriamente (mi limito a fare questa osservazione per il momento, perchè dopo scriverò una letterina a uno di quei genitori) anche a livello fisico e igienico.  Per non parlare del sindaco che ha spudoratamente sperperato le casse del comune per difendere i due ragazzi anziché lasciare che si arrangiassero da soli. Ma la cosa più grave è che un esercito di capre abbia belato contro la povera ragazza, accusandola di aver istigato quei ragazzi alla violenza. Uno di loro in particolare ha detto che si trattava di “una ragazzata”.

Letterina.

Non egregio signore, immagino che in un paese così piccolo, la solidarietà verso i propri compaesani sia la regola e non l’eccezione. E scommetto che il veder arrivare uan troupe televisiva di una rete commerciale, la ecciti quanto il sapere che dalle sue parti potrebbe venire a giocare la nazionale di calcio. Evidentemente per questo non ha avuto la premura di spiegare a suo figlio, cosa sia uno stupro,e le conseguenze che può avere sulla vittima, uomo o donna che sia. Specialmente nella donna, lo stupro diventa grave. Lo sa che dopo aver subìto una violenza del genere, la vittima comincia a soffrire

Per oggi basta. Domani è un altro giorno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...